Il salmone irlandese

 

Il salmone è certamente uno degli alimenti più noti e ormai più comuni.
Per il Club abbiamo scelto un salmone di provenienza irlandese.

Si tratta di un Salmo Salar, o Salmone atlantico, biologico: allevato in mare aperto, nelle acque del Donegal, la regione più a nord della Repubblica d’Irlanda, le migliori per questo tipo di pesce e alimentato con mangimi certificati biologici.

Tommy mulloy's organic salmon

Tommy mulloy’s organic salmon

Gli allevamenti avvengono in acque aperte ed incontaminate -con correnti molto forti- in una delle zone più selvagge d’Irlanda. Le particolari correnti e gli allevamenti a “bassa intensità” fanno sì che sia un salmone particolarmente magro, dalla caratteristica consistenza burrosa ma soda. Per chi ama i numeri: questi salmoni sono stati misurati nuotare per circa 20mila chilometri nel corso dei circa tre anni della loro vita.

Ci piace ricordare che la storia di questo Club iniziò tanti anni fa dalle ricerche di Beppi Bellavita, che incappò in questo prodotto negli anni 90. Dublino era molto più povera e il porto era la zona probabilmente più malfamata della città. Ma venne a sapere che proprio lì, dove il pesce arrivava appena pescato, c’era una piccola azienda che lo trasformava e vendeva e che a detta dei dublinesi stessi era un vero gioiello per gli intenditori del porto.
Si recò così da Tommy Mulloy, e il curioso italiano e il pescivendolo irlandese iniziarono a fare affari insieme.
Ancora oggi gli eredi di Tommy ci preparano il loro salmone con lo stesso sistema che aveva affascinato il Beppi Bellavita: nel loro impianto di Howth, il promontorio a nord della città, col metodo tradizionale, a freddo utilizzando pregiato legno di quercia, ad una temperatura e per un tempo studiato negli anni.

salmone organico

salmone organico

L’esito è un prodotto di fresca affumicatura, dolcissimo, tenerissimo, dal profumo soave e delicato. Viene affumicato a freddo a 26 gradi per oltre 7 ore garantendo così il mantenimento delle caratteristiche nutrizionali ed organolettiche del prodotto.

Dagli anni 90 costituisce il nostro pezzo forte per il Natale.

Per il club abbiamo scelto la “baffa” intera (cioè una metà del salmone).